05 Gennaio - 04 Febbraio 2018

 venerdì e sabato ore 21:00 - domenica ore 17:30

La Locandiera
di Carlo Goldoni

Un classico della drammaturgia italiana per la regia di Franco Venturini, con Federica De Vita splendida interprete di Miran-dolina, l’astuta Locandiera. Un allestimento passionale e vivace.

La storia è quella della furba locandiera Mirandolina che, grazie al suo fascino e alla sua intelligenza, riesce a prendersi gioco degli uomini. Alla locanda arrivano anche Ortensia e Dejanira, due “comiche” che si fingono nobildonne per ottenere favori dagli ospiti, senza però riuscirci, mentre la locandiera, come un’attrice nata, riesce a farli innamorare tutti quanti; si prende gioco di loro senza che questi se ne accorgano, facendo perdere la testa anche allo scorbutico Cavaliere di Ripafratta, incallito misogino. Ma nel finale la donna rinuncerà (almeno temporaneamente…) a questo suo potere per mantenere fede alla promessa fatta al padre. Deciderà, infatti, di sposare il servitore Fabrizio, lasciando gli altri pretendenti a mani vuote.

Eliminando la distanza tra personaggio e spettatore, il regista Franco Venturini riesce a dimostrare che, al di là dei diversi linguaggi, delle epoche e dei costumi, gli uomini si identificano con gli uomini e sono vittime delle stesse passioni. Il risultato è un allestimento sanguigno e vivacissimo de La Locandiera, in cui il ruolo centrale di Mirandolina, grazie alla splendida interpretazione di Federica De Vita, viene esaltato e analizzato nei suoi aspetti più importanti.

Rappresentata la prima volta nel 1753, è tra le piu riuscite commedie goldoniane, certo la più lineare e perfetta. Per molti, il suo capolavoro.

con: Federica De Vita, Franco Venturini, Chiara Conti, Maurizio Venturini, Stefania Anetrini, Giancarlo Palombo

 

Un allestimento sanguigno dai tempi veloci, in cui si può cogliere la spregiudicata essenza della Locandiera: una miscela esplosiva di seduzione e astuzia a cui nessuno è in grado di resistere.Il merito va all’interpretazione di Federica De Vita, gradevolissima sulla scena ed abile nell’orchestrare le trame interessate dell’eroina goldoniana.

Annalisa Venditti (Italia Sera)

 

"...viene messa in risalto soprattutto la vis comica e l’attualità dell’indipendente figura centrale femminile, Mirandolina, cui presta cuore e volto la brava Federica De Vita".

Karem Aquino (Momento Sera)

 

La commedia, costruita e condotta con rara perfezione nella caratterizzazione dei personaggi, nell’adattamento del dialogo e nel taglio delle scene, si avvale dell’interpretazione magistrale e ben calibrata di Federica De Vita nel ruolo di Mirandolina, e di Chiara Conti e Bianca Maria Merluzzi in quello delle comiche.

Giancarlo  Leone (Visum)

 

"Allestimento vivacissimo e lontano dalle atmosfere sospese e delicate che vengono spesso attribuite all’opera. Il ruolo centrale di Mirandolina, affidato a Federica De Vita, è lontano dall’interpretazione esangue che spesso contraddistingue il personaggio. Degna di nota l’interpretazione di Chiara Conti e Bianca Maria Merluzzi nel ruolo delle comiche".

Alberto Vinci