3 Maggio - 27 Maggio 2012

L'albergo della donna sbattuta sul tavolo
di e con Franco Venturini

 

Su una scena nuda, quasi spettrale, solo un letto disfatto, un comodino e un piccolo tavolo. Alle pareti due poster di giovani donne nude dal gusto un po' retr˛: l'arredamento senza pretese di un albergo alla buona. Un uomo sconvolto, distrutto, con lo sguardo allucinato, svela i suoi pi¨ reconditi pensieri in un torrente di parole mentre attende - armato di un coltellaccio e di un'accetta - la donna che lo ha umiliato e offeso. "L'albergo della donna sbattuta sul tavolo", monologo dalle atmosfere grottesche di e con Franco Venturini, Ŕ una piŔce che, nell'austera semplicitÓ della sua struttura, riesce a far rivivere nello spettatore la suggestione dell'antica tragedia greca, evocata anche dalla figura drammatica di Venturini, che si rende conto troppo tardi di non essere stato capace di distinguere tra fare all'amore e fare sesso, innamorandosi perdutamente di una donna che, invece, vedeva in lui solo un cliente.

                                                                                                                     

          Franco Venturini

"Quello del mio personaggio Ŕ un continuo oscillare tra realtÓ e finzione. Scrivendo quest'opera mi sono chiesto cosa provi un assassino prima di commettere un delitto, magari mentre mette in atto i preparativi per compiere il suo atto scellerato".

                                                                                                        Franco Venturini     

    

Johann Heinrich FŘssli - The Nightmare (1781)
 
 
La nuova consapevolezza con cui la donna si muove nella nostra societÓ ha destabilizzato il mondo maschile, acutizzandone la fragilitÓ. Sono sempre pi¨ gli uomini che, davanti a un rifiuto, a una netta presa di posizione della loro compagna, non trovano altra soluzione che la violenza, portata talora alle estreme conseguenze.
Ma quali sono i pensieri che attraversano la mente di un maschio disperato, frustrato, mentre attende, con intenti omicidi, la donna che lo ha umiliato, che gli si Ŕ concessa solo per tornaconto, per poi rivolgere le sue attenzioni al miglior offerente? La risposta di Franco Venturini a questo interrogativo Ŕ un dramma della follia in cui il protagonista rivive, in una stanza d'albergo, i momenti salienti di una storia di sesso che lui ha confuso con l'amore.